Campagna adesione anno sociale 2019 scadenza 31 marzo

 

 

                    Cara ex allieva, Caro ex allievo,

                                                  il Consiglio della Sezione Campania e Basilicata dà il via alla campagna  associativa anno  2019.

          GRAZIE alle nuove iscritte ed ai nuovi iscritti  ed a chi si accinge a farlo ed a chi provvederà sollecitamente al rinnovo per l’anno sociale da poco iniziato.

          La partecipazione è fondamentale per perseguire i fini associativi e per tenere in vita i legami di amicizia e di solidarietà tra coloro che sono uniti da una comune esperienza di vita.

         Come sai, ogni evento promosso ed organizzato è possibile grazie all’impegno del Consiglio sezionale ed alla collaborazione di ex allieve /vi che mettono a disposizione tempo e competenze.

         Spesso però tale disponibilità non basta per la realizzazione delle attività che richiedono anche eventuali oneri finanziari assicurati con la cassa della Sezione esclusivamente finanziate dalla quota che ogni anno è versata dai soci.

        Perciò associarsi significa anche contribuire alla realizzazione di un progetto del quale Tu sei partecipe.

       La quota associativa 2019 è di euro 70 ridotta ad euro   35,00 under 25; euro 50,00 under 30 che deve essere versata tramite bonifico a favore della Sezione Campania e Basilicata IBAN Banca BPPB IT30B0538503401000000662112, indicando nella causale “iscrizione anno 2019”. Per regolarizzare i mancati pagamenti degli anni precedenti a quello corrente il 29 maggio 2018 la Giunta ha deliberato  di procedere all’esame delle domande di riammissione richiedendo per ogni ex allievo che faccia domanda di ammissione a seguito di avvenuta decadenza per morosità il pagamento dell’importo relativo all’anno in cui viene richiesta la riammissione e l’importo, determinato forfettariamente, di euro 30,00 (trenta/00) per l’annualità in cui si è verificata la morosità.

        RingraziandoTi per l’attenzione e per l’auspicata adesione, Ti salutiamo con viva cordialità nell’attesa di incontrarTi nei prossimi appuntamenti dell’Associazione.

                    Gennaio ‘2019
                                                                                                                                           Il Presidente          
                                                                                                                                          Aldo Carriola  
                                                                                                                                        Il Consiglio direttivo 

Sezione Campania e Basilicata Cena di Natale 2018

 

Lo scorso 12 dicembre si è tenuta la cena per il tradizionale scambio degli auguri di Natale della Sezione Campania-Basilicata. Dire che è stato un vero successo è riduttivo, ABBIAMO FATTO BINGO !!! Con i ben 185 intervenuti il simposio di mercoledì rappresenta un record di presenze rispetto alle precedenti cene augurali della nostra Sezione. Tra i presenti una buona quota di giovani e di ex allievi delle scuole Douhet, Morosini e Teuliè a suffragio di un nuovo e sempre più sentito gemellaggio tra tutti coloro che, anche se con uniformi e in istituti diversi, hanno condiviso fin dalla tenera età di sedici anni valori ed esperienze pressoché simili.

La meravigliosa terrazza dell’Hotel Royal Continental e l’incantevole Castel dell’Ovo di Napoli hanno fatto da cornice all’emozionante ritrovo di ex-allievi che, nonostante gli impegni quotidiani e non, non hanno perso l’occasione di incontrarsi in un ambiente caloroso e familiare per augurarsi Buone Feste.

La cena ha avuto inizio alle ore 20. Tutti gli invitati hanno gustato un aperitivo di benvenuto bagnato da prosecco durante il quale si è avuta l’occasione di scambiare i saluti, salutare vecchi amici e conoscere i giovani e giovanissimi presenti, alcuni dei quali alla loro prima esperienza associativa. La cena è proseguita al tavolo con antipasto di delizie di mare, scialatielli ai frutti di mare, turbante d’orata. Per finire i tradizionali dolci di Natale e l’ottima cassata napoletana con logo della Scuola Militare Nunziatella.

Al termine della serata il Presidente della Sezione Campania-Basilicata Gen. Aldo Carriola ha preso la parola portando anzitutto i saluti del Generale C.A. Franco De Vita Presidente della Sezione Napoli UNUCI. Ha ringraziato l’attuale Comandante della Scuola, nonché ex allievo, Col. Amedeo Cristofaro che ci ha onorato, insieme alla moglie ed a due allievi in uniforme storica, della propria presenza; il Dott. Giuseppe Catenacci Presidente Onorario dell’Associazione Nazionale ex allievi Nunziatella che ha omaggiato tutti i presenti con un pamphlet di Giuseppe Ferrarelli per “Il primo centenario del Collegio Militare di Napoli” ed uno contenente il “Discorso a’ giovani” di Francesco De Santis letto nel dì 18 febbraio 1848. Ed ancora l’avvocato Giuseppe Izzo Presidente dell’Associazione Nazionale e l’avvocato Carlo Pascucci Past President per la partecipazione.

Ha reso ulteriori ringraziamenti per l’organizzazione e la fattiva collaborazione alla riuscita della serata al Tesoriere Bruno Ciricillo, al Segretario Giuseppe Allocca che ha provveduto all’omaggio dei fiori alle signore, al Consigliere Italia Vitucci e all’ex allievo Francesco Pascotto che hanno provveduto alla scelta e realizzazione dei doni; al Direttore dell’Hotel Royal Continental Alessandro Tortora e a tutto lo staff per la squisitezza delle vivande e l’impeccabile servizio reso. Ha concluso facendo un breve excursus di tutte le attività organizzate e a cui la nostra Sezione ha partecipato ed augurando Serene festività a tutti.

Anche l’avvocato Giuseppe Izzo nella triplice veste di Presidente dell’Associazione Nazionale, ex Consigliere della Sezione Campania – Basilicata ed amico-fratello degli ex allievi della città di Napoli si è congratulato per il boom di presenze e le sempre più numerose e coinvolgenti attività della nostra Sezione ed ha augurato Felice Natale e Buon anno nuovo a tutti i presenti.

Mentre la serata volgeva al termine e i presenti gustavano i dolci natalizi gli ex allievi Francesco Pascotto, Silvio Pallone, Vincenzo Mazzarella e Italia Vitucci hanno distribuito i tradizionali cadeau. Tutte le donne intervenute sono state omaggiate con un presepe in terracotta di fattura artigianale realizzato dalla Bottega Ferrigno di San Gregorio Armeno ed una rosa ornata dal classico vischio ed abete natalizio; gli uomini hanno ricevuto il calendario 2019 realizzato dall’Associazione e, novità rispetto agli anni precedenti, un tipico “cornicello” napoletano (“o’ curniciello”) in terracotta sormontato da un kepì realizzato dall’artigiano Marco D’Auria di San Gregorio Armeno.

Sperando che i cornicelli possano sortire gli effetti sperati (!!!) la Sezione Campania – Basilicata ringrazia tutti gli intervenuti invitandoli a partecipare alle prossime attività ludiche e non solo e rinnovando un caloroso invito al prossimo anno.

BUON NATALE 2018 E FELICE 2019 A TUTTI.

Italia Vitucci (2009-12)

Venerdi 23 novembre cambio del Comandante alla Scuola di Commissariato Esercito a Maddaloni

    Il Gruppo ex Allievi Nunziatella della Provincia di Caserta, in rappresentanza della Sezione Campania e Basilicata e con il Labaro  dell’Associazione Nazionale ex Allievi Nunziatella, ha partecipato  alla cerimonia di insediamento del nuovo Comandante della Scuola di Commissariato dell’Esercito, con sede a Maddaloni, Col. Francesco Riccardi, ex Allievo del corso 1979-1982. Alla manifestazione sono  intervenute le Autorità civili e militari, tra le quali il Sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo, l’Onorevole Antonio Del Monaco, Il Gen. C.A. Giovanni Fungo, Comandante delle Scuole di Formazione dell’Esercito e le Associazioni combattentistiche e d’arma. Presenti il Gen Francesco Sciascia, vice presidente dell’Associazione Nazionale  Ex Allievi Nunziatella, in  rappresentanza del Presidente Giuseppe Izzo impegnato in altra attività istituzionale, Diego  Domenico Fasulo, responsabile del Gruppo  di Caserta  con gli ex allievi   Alfonso Barbato, Pasquale D’Errico, Elio Di Rienzo, Nicola Graziano, Ciro Grasso, Antonio Canelli, Angelo De Felice, Francesco Riccardi.
Read More

Celebrazione della Virgo Fidelis a Santa Chiara mercoledì 21 novembre

Nella Basilica di Santa Chiara, a Napoli, l’Arma dei Carabinieri ha celebrato la sua Patrona, la Beata Vergine Maria Virgo Fidelis, nel 77 esimo anniversario della «Battaglia di Culqualber» e nella «Giornata dell’Orfano». Il 21 novembre l’Arma ricorda l’eroico eroico sacrificio di un intero Battaglione di Carabinieri che, nella stessa data, nel 1941, durante la seconda guerra mondiale, si immolò nella località africana di Culquaber per impedire l’avanzata nemica.
Per l’eccezionale atto di generosità e abnegazione compiuto dai Carabinieri il 7 aprile 1949 la Bandiera dell’Arma fu insignita della Medaglia d’Oro al Valor Militare e, l’11 novembre dello stesso anno, il Pontefice Pio XII decise di proclamare la Beata Vergine Maria Virgo Fidelis Patrona dell’Arma, fissandone la data della ricorrenza proprio il 21 novembre. Alla messa, presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli, è intervenuto il Comandante Interregionale Carabinieri «Ogaden», generale di Corpo d’Armata Vittorio Tomasone. Alla cerimonia hanno partecipato Autorità civili e militari.  Presenti il  Col. Amedeo Cristofaro, Comandante della Scuola Militare Nunziatella, l’Avv Giuseppe Izzo Presidente Associazione Nazionale ex Allievi della Nunziatella, il Gen Aldo Carriola ed il Dr Giuseppe Allocca, presidente e segretario della Sezione Campania e Basilicata.     Un particolare saluto è stato rivolto ai familiari dei tre carabinieri caduti quest’anno mentre erano in servizio: l’appuntato scelto Vincenzo Ottaviano, il brigadiere Attilio Picoco, il vicebrigadiere Emanuele Reali.La cerimonia si è conclusa con la celebrazione della «Giornata dell’Orfano» in occasione della quale sono stati consegnati riconoscimenti a tre giovani orfani di militari dell’Arma residenti in Campania per essersi particolarmente distinti negli studi. Sono assistiti dall’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri di cui quest’anno si celebrano i 70 anni dalla fondazione. L’ente morale, grazie al contributo volontario di tutti i Carabinieri, dal 1948 sostiene, anche attraverso l’elargizione di adeguati sussidi, gli orfani dei militari dell’Arma nella crescita e nell’istruzione.

La Sezione incontra il Generale CA Vittorio Tomasone

Il Consiglio direttivo della Sezione, giovedì 8 novembre, ha incontrato il Generale di Corpo d’Armata Vittorio Tomasone Comandante Interregionale Carabinieri  delle Legioni Campania, Basilicata, Puglia ed Abruzzo-Molise. Nella Caserma Ogaden di Via Domenico Morelli a Napoli, in un clima sereno e disteso nel quale i presenti hanno avuto modo di raccontare qualche episodio legato alla Scuola Militare, il Presidente Aldo Carriola ha espresso le felicitazioni  del Consiglio e degli iscritti per l’alto incarico ricoperto dal Gen. Tomasone, ex allievo della Scuola  negli anni 1970/73, e gli auguri di buon lavoro per le importanti responsabilità assunte. Dopo aver ringraziato i presenti, il Gen. Tomasone ha chiesto di girare a tutti gli ex Allievi della Campania e della Basilicata il suo affettuoso saluto, riconoscente dei sentimenti di stima e di amicizia manifestatigli.

4 novembre la Sezione Campania e Basilicata presente a Redipuglia ed al Trivio di Paradiso

La Sezione Campania e Basilicata dell’Associazione nazionale ex allievi Nunziatella, con le Sezioni Toscana,  Veneto e Friuli Venezia Giulia, ha reso onore il 4 novembre ai caduti della Grande Guerra al Sacrario di Redipuglia in occasione delle celebrazioni del Centenario.  Successivamente  presso il monumento, inaugurato nel 1919 alla presenza del Duca d’Aosta Emanuele Filiberto di Savoia, per  ricordare i caduti al Trivio di Paradiso ha  deposto, con le delegazioni delle altre Sezioni e dell’Associazione nazionale bersaglieri d’Italia, una corona di alloro per onorare il sacrificio di Achille Balsamo di Loreto, medaglia d’argento al valore militare di anni 18, corso 1915-1917 che, ad armistizio firmato, il 4 novembre 1918 alle ore 15:00 immolava la sua giovane vita per la riconquista del suolo patrio  occupato dall’impero Austro-Ungarico e liberare dall’oppressione le popolazioni friulane e venete soggiogate dopo la disfatta di Caporetto. Presente il Sindac0 del Comune di Pocenia (Ud), dove si svolse  l’ultimo fatto d’arme della 1^ Guerra mondiale, ed i consiglieri nazionali Giuseppe Catenacci e Sandro Ortis.